I LUOGHI DEL FESTIVAL:

Benvenuti a Cagliari (http://www.cagliariturismo.it/it ) la citta’ del sole, la cui antichissima storia e’ rappresentata da un incrocio etnico e culturale di origine europea, africana ed asiatica, caratteristiche che si respirano in ogni angolo dei suoi 4 quartieri storici: castello, marina, villanova e stampace… si, perche’ sono proprio loro a parlare di quello che siamo stati, delle tradizioni che continuiamo a conservare da secoli e dell’eterno conflitto di odio e amore che lega gli abitanti a questa citta’.

STAMPACE:

In occasione del Festival di “Sa Ruga” però, i riflettori sono puntati su uno solo dei quattro quartieri, il piu’ antico, le cui origini sono ancora avvolte nel mistero: stampace

( www.stampacinidoc.it ) in passato e’ stato il quartiere degli artigiani, le sue strade erano stracolme di botteghe, laboratori e piccole aziende quasi esclusivamente a conduzione familiare. Un'atmosfera che ancora adesso, come per magia, si continua a respirare per le vie e i viottoli del quartiere.

Stampace è anche fondamentalmente e’ la dimora dei Cuccurus Cottu (teste calde), soprannome che venne dato agli stampacini per il loro modo di essere, diciamo cosi… passionali!

Camminando per il quartiere ci si imbatte nell'imponente scalinata che immette nella Chiesa di Sant'Anna la cui opera fu costruita in un lungo periodo di tempo, quasi 200 anni.

I cagliaritani, con un sottile sarcasmo, hanno trovato cosi tanto curioso questo fatto che, nei modi di dire piu’ comuni, quando un qualcosa sembra non abbia mai fine dicono ”paridi sa fabrica ‘ e sant’anna”, (ossia sembra la costruzione di sant’anna).

Se poi ci inoltriamo nel cuore di Stampace, e’ d’obbligo dare un’occhiata alla chiesetta di Sant’Efisio…il nostro Sant’Efisio, l’eroico guerriero turco convertitosi al cristianesimo che, dopo essere stato perseguitato ed imprigionato, prima di morire prego’ dio affinche’ la citta’ di Cagliari fosse protetta da attacchi nemici, carestie e pestilenze. Quest'anno il 1 Maggio si festeggia la 360° Festa di Sant'Efisio ( http://www.cagliariturismo.it/it/eventi-speciali/360-festa-di-sant-efisio-33 ).

La magnifica Chiesa barocca di San Michele, per anni sede dei gesuiti, e adibita come ospedale militare dal 1886, che sorge tra via Azuni e via Ospedale affianco a una fortificazione pisana, che limitava l'ingresso al quartiere.

La Chiesa Santa Restituta- di impianto cinquecentesco costruita nel XVII secolo.
La sua cripta fu utilizzata dai punici e dai romani. Per la tradizione popolare fu luogo di prigionia e martirio di Santa Restituta.
La cripta venne utilizzata come rifugio antiaereo durante la seconda guerra mondiale.